Accedi

Gara Outrigger tra Albatros, Dragolago e Elliot, 2 Agosto 2015

Per dimostrare che l'afa ed il gran caldo di questa estate non avviliscono l'entusiasmo della ''flotta polinesiana ''del Dragolago, si parte alla volta di Trevignano dove ci aspettano i nostri amici /colleghi dell'Albatros e dell'Elliot .

I primi , gli organizzatori , giocano in casa e vantano un curriculum di grande rispetto ( gli ultimi due Steffettoni-giro del lago sono stati vinti proprio da loro ); i secondi , di Bracciano, pur non avendo una vera tradizione di outrigger, godono di buoni atleti che di anno in anno crescono di livello .
Una gara alla '' volemose bene '' come si ama dire a Roma, ma che poi di fatto si trasforma inevitabilmente in agonismo puro, dove il termine agonismo sembra avere a che fare con agonia vera, per chi osserva e per chi è in barca. Insomma si dà tutto fino allo stremo!
Le squadre del Dragolago sono tre: quella di punta, composta da Luigi Tranquillo, alias Troglo, Francesco Mazzacane, detto Frankie, e Luca Felici , secondo la disposizione di partenza. Poi la squadra di Roberto Fanciullacci, Alessio D'Ignazio, Federico Mariani, e quella di Stefania Del Busso , Chiara Nicastro, Tonino Santullo .
Le sette imbarcazioni partono tutte in fila puntando la boa posta a 500 metri dalla linea dello start .
Luigi ( Troglo ), preoccupato più di non strafare che degli avversari, si limita a gestire con estrema semplicità la testa del gruppo: non è la sua barca e la conosce poco,meglio non rischiare! Giro di boa tranquillo ( Tranquillo e' il suo cognome...) e sprint per gli altri 500 metri alla fine dei quali troverà l'amico Frankie pronto a dargli il cambio che avviene fulmineo. Frankie vede arrivare gli altri atleti che effettuano la stessa
operazione di risalita e lui ne approfitta per chiudere le loro traiettorie virando strettissimo davanti alle loro prue.
Altri 500 metri di sofferenza!! Al secondo posto, dietro Frankie, c'è una vecchia conoscenza, Maurizio Simeoni, come sempre determinato a vincere, ma questa volta l'impresa non gli riesce e pur guadagnando qualche metro dovrà sperare nella prestazione del suo amico Beppe Storoni , blasonato atleta dell'outrigger.
Arriva il secondo cambio ma Frankie e Luca sono troppo esperti e veloci e.... ancora primi !!!! Luca Felici, campione italiano in carica di oc2 .....ora tocca a lui !!!! Luca, Beppe: due fuoriclasse che amano solo il profumo della vittoria .... Giro di boa, Luca ancora in ottimo vantaggio, Beppe deve dare di più se vuole vincere, mentre i terzi sono ancora molto distanti .
Si avvicinano, finalmente li vediamo dal pontile, le urla, gli incitamenti, il cuore in gola e poi ....l'urlo finale : siiii abbiamo vinto !!!!!
E gli altri draghetti? Fantastici tutti !!! Una squadra costituita da due donne e un over 60 che fino all'ultimo metro ha combattuto per il quinto posto che e' stato invece assegnato ai compagni : Alessio, Roberto e Federico che si sono divertiti nel moltiplicare le risalite in acqua a causa di un settaggio sbagliato della loro barca .
Dopo una simpatica cena ed il ringraziamento da parte di Beppe Storoni , ai primi tre classificati sono stati regalati dei prosciutti.
Ci vediamo tutti il 26 Settembre per il nostro Staffettone!

Frankie

 

 

 

 


La versione di Luigi (Troglo)


 Domenica 2 agosto 2015: cronaca di Luigi, per gli amici “Troglo”

Caldo asfissiante, proprio per questo ci diamo appuntamento tra noi canoisti polinesiani del lago a Trevignano dove il circolo Albratos, insieme al Dragolago e all’Elliot si sono sfidati per una gara molto particolare.
In attesa della rinomata gara a livello nazionale dello “Staffettone” abbiamo fatto un’anticipazione in versione ridotta della stessa, ossia percorso di mille metri 2 tratte da 500 con tanti equipaggi composti ciascuno da tre membri.
Come se non bastasse, la gara prevede anche un handicap, cioè la partenza e i cambi saranno fatti in acqua alta il che rende la sfida ancora più emozionante e particolare.
Dopo un breve riscaldamento ecco che gli equipaggi si presentano sulla linea di partenza, gli atleti si gettano volontariamente in acqua e finalmente arriva il fischio della partenza (qui posso andare in soggettiva giacché la prima tratta spettava a me) dopo una salita non brillante comincio ad accelerare e subito mi trovo due forti avversari sulla destra, sono dell’Albatros, circolo che negli ultimi anni si è rivelato più forte di noi su gare di questo genere.
Cerco di non perdere la concentrazione e al contrario mi rilasso facendomi sorpassare, so bene che 1000 metri non sono pochi e che è necessario amministrare le forze.
Per chi non lo sapesse, è bellissimo durante una gara prendersi un momento per respirare bene e svuotare la testa, è come se il tempo si fermasse, perché si ha la certezza e la convinzione che quando si vuole, si può aumentare il ritmo, si porta il motore sulle marce basse ed è lì che avviene lo spettacolo ..… il sorpasso, e così è andata.
Aspetto il primo giro di boa a 500 metri e prendendo la curva molto stretta ed aumentando il numero di colpi riesco a portarmi in vantaggio che riesco a mantenere e ad fare un buon cambio con il mio collega Frankie.
Questo è il resoconto della mia gara, la prima tratta dell’equipaggio composto da me, Frankie e Luca.
Luigi (detto Troglo)



E ora il taglio del prosciutto, primo premio conquistato da Luigi, Frankie e Luca.


Tagliamo 'sto prosciuttoMa che è, de pietra?!Ahò, è proprio stagggionato!!

Devi registrarti al sito prima di poter postare commenti.